Individuare una perdita d’acqua: ecco i metodi migliori

Individuare una perdita d’acqua: ecco i metodi migliori

Uno dei problemi domestici che possono verificarsi ed essere davvero spinosi sono le perdite d’acqua dell’impianto idraulico. Si tratta di una seccatura che non può essere ignorata e la complicazione peggiora se si verifica sotto al pavimento o dentro un muro.

Una perdita apparentemente piccola, in realtà potrebbe creare danni enormi alla struttura e anche al tuo portafogli: se trascurate, infatti, le riparazioni possono costare parecchi soldi.

È tuttavia possibile individuare una perdita d’acqua in vari modi, come quello di ricorrere a strumenti ad hoc, che però devono essere usati da esperti o prestare attenzione ad alcuni segni dentro casa.

Vediamo di seguito alcuni metodi, forti delle informazioni fornite da diversi esperti del settore, tra i quali questo servizio idraulico attivo a Roma e provincia.

Come individuare una perdita d’acqua sotto il pavimento

Per localizzare una perdita d’acqua, per prima cosa, occorre monitorare il contatore dell’acqua, valutare se si sentono dei rumori all’altezza della perdita e in questo caso, chiedere la consulenza di un professionista che agirà usando una sonda elettronica.

Se il contatore gira ancora dopo aver chiuso l’impianto idrico centrale, è molto probabile sia in corso una perdita d’acqua: per capire se è davvero così, puoi prendere nota dei consumi d’acqua avvenuti e rilevare se effettivamente sono aumentati, la mattina dopo.

Quando è presente una perdita d’acqua potresti sentire dei rumori, perché le tubazioni vibrano all’altezza della perdita, ma sentirai anche lo scorrere del liquido lungo le tubature: parliamo chiaramente di perdite importanti, non di quelle esigue.

Per quelle più piccole, infatti, è meglio ricorrere a dei rilevatori di perdite d’acqua che aiutano a localizzare l’origine della perdita usando dei geofoni, ovvero delle sonde elettroniche. Alcuni attrezzi come i rilevatori termografici sono utili per comprendere dove è rotto il tubo: l’idraulico userà un metaldetector o un geodetector oppure, in casi più gravi, procederà con ispezioni con telecamera a sonda.

Perdita d’acqua nello sciacquone

Nel caso in cui sia presente una perdita d’acqua nello sciacquone, devi rimuovere il coperchio del cassone e ascoltare se senti un sibilo e cercare di comprendere da dove arriva.

Se non rilevi alcun rumore, potresti aggiungere del colorante alimentare alla vasca e osservare se il colore arriva sino alla tazza: se questa si colora, si sta verificando certamente una perdita nella valvola che consente all’acqua di scendere. Se non sai come sistemarla, è meglio rivolgerti ad un idraulico.

Misurare la portata della perdita

Se la perdita non arriva dallo sciacquone, allora devi verificare lo stato delle tubature di casa: se sai dove si trova la valvola dell’acqua, chiudila e verifica guardando il quadrante del contatore. Se il display continua a girare, la perdita è tra il contatore e l’abitazione: la devi cercare lungo il tubo e potrebbe essere segnalata da aree fangose o erba verde molto fresca rispetto alle altre zone.

Nel caso in cui il contatore sia fermo, la perdita non è qui ma in casa e devi trovarla quanto prima, in quanto potresti beneficiare di un rimborso per perdita occulta, come spiegato in questo articolo.

Innanzitutto, verifica i rubinetti a muro i quali, di regola, sono due. Prendi un cacciavite lungo e inserisci la punta sul naso del rubinetto: toccalo con una nocca e mettine un’altra al lato della testa, esattamente davanti all’orecchio.

Devi agire come se il cacciavite fosse uno stetoscopio, ti aiuterà a sentire il suono dentro il timpano e valutare l’intensità nel punto tra un rubinetto e l’altro: questa operazione ti farà risparmiare tempo e denaro, in modo che tu possa informare l’idraulico solamente dopo. Se non senti nulla, fai esattamente la stessa con i rubinetti di vasca, lavandini, caldaie, ecc…

Controlla le perdite in giardino e verifica rubinetti, tubi e sistemi d’irrigazione. Fai una verifica nel telefono della doccia: se perde, è sicuramente una perdita tra le più semplici da riparare.

Talvolta è difficile localizzare la perdita d’acqua, soprattutto quando è nascosta molto bene; in questi casi, soprattutto se non sei pratico, potresti non vedere qualcosa di grave. Con delle soluzioni ventilate potresti riuscire a trovare la perdita e una volta che lo avrai contattato, aiutare l’idraulico localizzando il problema al posto suo. Questo comporterà un intervento molto più semplice per lui e al contempo, un risparmio notevole per le tue finanze.