Mobili per gatti: 5 idee per il tuo gatto

Mobili per gatti: 5 idee per il tuo gatto

Chiunque sia appassionato di felini, sa bene come i mobili per gatti siano un elemento di arredamento importante. Attraverso questi oggetti infatti, è possibile arricchire la propria abitazione e, allo stesso tempo, offrire uno spazio “cat friendly” al proprio amico a quattro zampe.

Questo settore, durante gli ultimi anni, ha visto un moltiplicarsi dell’offerta così come del giro d’affari. Oggi, di fatto, è possibile individuare sul mercato un gran numero di mobili dedicati ai felini che, al di là del design e dell’estetica, offrono la possibilità al gatto di poter trovare uno spazio stimolante e ludico anche all’interno delle quattro mura domestiche.

Quali sono le principali tipologie di mobili per gatto sul mercato?

Animali curiosi e che richiedono sempre stimoli, i gatti sono famosi per trovare posizioni e luoghi in cui nascondersi piuttosto insoliti. La loro necessità di esplorare e di curiosare, rende le nostre case spesso un po’ “povere” per i loro gusti.

Di seguito andremo ad analizzare i principali tipi di mobili per gatti attualmente disponibili sul mercato, dando uno sguardo a quali sono le caratteristiche di ogni singolo prodotto.

Tiragraffi

La necessità di farsi le unghie, tipica dei gatti, può avere ripercussioni tremende sui mobili di casa. Proprio per questo motivo, sul mercato sono presenti apposite soluzioni che prevedono delle aree in cui l’animale può sfogare le proprie necessità.

I tiragraffi per gatti sono generalmente in legno e/o corda che, a seconda del design, possono essere posizionati a parete, a soffitto oppure come un qualunque altro mobile. Va tenuto anche conto che, se si possiedono più gatti, questo tipo di oggetto sarà sottoposto a un consumo molto più rapido. Dunque sarà preferibile scegliere un tiragraffi particolarmente resistente.

Ulteriori approfondimenti possono essere trovati in questo articolo che parla dei migliori tiragraffi per gatti grandi.

Parete attrezzata per gatti, mensole e scale

Ai gatti piace muoversi in bilico, possibilmente da altezze considerevoli. Questo tipo di animale infatti, è notoriamente estremamente agile e apprezza le posizioni alte, poiché dall’alto riesce a tenere sotto controllo la situazione circostante pur restando comodo. Dunque soluzioni come mensole, scalette e persino dei veri e propri ponti tibetani, possono costituire uno stimolo nonché una tentazione non indifferente per il nostro amico.

Anche in questo caso, il legno è il materiale predominante (e preferibile), mentre sotto il lato puramente estetico non vi è che l’imbarazzo della scelta. La scelta è ormai talmente vasta che risulta possibile trovare soluzioni cromaticamente adatte al contesto preesistente.
Da quando queste soluzioni sono risultate così apprezzate dai nostri amici a quattro zampe, ci si è impegnati sempre più nel provare anche a realizzare da soli le pareti attrezzate per gatti le quali culminano in alto con dei ponti tibetani per gatti, per l’appunto, sospesi.

Realizzare una parete attrezzata per gatti è davvero molto semplice, e permette di poter anche cambiare la disposizione delle mensole in funzione delle variazioni dei gusti del nostro felino. Innanzitutto va calcolata una distanza breve tra i vari scaffali, in modo che il gatto possa saltare da un ripiano all’altro senza rischiare di cadere e farsi male. Riserva il ponte tibetano per gatti alla parte superiore del tuo progetto di design, oppure in mezzo alle mensole se – per ragioni di spazio – sei costretto a lasciare un vuoto importante tra due comparti. Non dimenticare di rivestire di moquette o filo di lana alcuni ripiani, i quali diventeranno senza dubbio il rifugio preferito del nostro amico domestico. 

Ponte tibetano per gatti: come montarlo con il fai da te

La prima cosa da fare quando si vogliono montare dei ponti sospesi per gatti è – come nel caso delle pareti attrezzate – prendere le misure in maniera tale che possa fare da anello di congiunzione tra una mensola e un ripiano. 

Prima di bucare però si potrebbe provare a creare un prototipo del ponte per il gatto sfruttando dei fogli di carta e poi disporre intorno le rappresentazioni delle mensole circostanti, se la disposizione ci soddisfa poi possiamo procedere con il montaggio vero e proprio. 

Una volta montata la nuova palestra per il nostro/ i nostri felini, la sfida ulteriore sarà stimolarli al suo uso. Non tutti i gatti hanno lo stesso carattere, alcuni sono molto abitudinari e sarà difficile schiodarli dal divano o da quel cuscino a cui sono molto affezionati per invitarli a provare il nuovo parco giochi. E ancora, i ponti di legno per gatti sono mobili, le doghe hanno delle discontinuità che spesso spaventano gli animali più pavidi. Un consiglio utile – almeno per i primi giorni – è di rivestirlo con un plaid o una coperta, magari la sua preferita, per creare una maggiore stabilità della piattaforma.

Mobile per la lettiera e cuccia

Tra i mobili per gatti di utilizzo più concreto vi è senza ombra di dubbio il mobile per la lettiera. Questo infatti, permette di contenere la lettiera e la sabbia interna, preservando l’area circostante da eventuali fuoriuscite di sabbia.

Allo stesso tempo, esistono modelli di cuccia estremamente interessanti con soluzioni di design che spaziano dall’elegante al divertente. A patto che ciò incontri i gusti dell’animale, si tratta di una soluzione in grado di sposare sia il punto di vista prettamente felino che quello estetico legato all’arredamento.

Altre soluzioni

Quanto illustrato sinora sono solo i mobili a dimensione felino più comuni. Di fatto, sul mercato, è ormai possibile trovare di tutto. Esistono infatti vere e proprie librerie e parete attrezzata per gatti a misura di felino, così come divani e tavolini da salotto, nonché veri e propri percorsi realizzati assemblando più mensole e mobili. Sotto questo punto di vista, è davvero possibile sbizzarrirsi, con come unico limite alla fantasia lo spazio e il buon senso.

Va detto però che, prima di impostare l’arredamento della propria casa solo ed esclusivamente sul proprio gatto, è bene ragionare sui suoi gusti. Questa tipologia di animale infatti, non è detto che possa gradire tutto il nostro impegno e, dunque, potrebbe semplicemente snobbare qualunque soluzione adottata in tal senso.