Ventilatori industriali: alcuni settori di impiego

Ventilatori industriali: alcuni settori di impiego

I ventilatori assiali industriali sono prodotti molto utili che permettono di movimentare correttamente enormi flussi d’aria. Il loro utilizzo avviene prettamente in ambienti dalle dimensioni piuttosto importanti perché i ventilatori industriali (vedi questi https://ventilazionesicura.it/ventilatori-industriali/) consentono di arieggiare qualsiasi genere di struttura offrendo prestazioni elevate e soprattutto grande versatilità e flessibilità. In commercio sono presenti tante tipologie di ventilatori industriali che si differenziano per pressione statica, rumorosità, flusso in metri cubi, la potenza del motore ed altro. Sovente vengono progettati in maniera differente anche rispetto al campo di utilizzo. Ad esempio per quanto riguarda il settore metallurgico sono disponibili ventilatori industriali ad alta temperatura e che dispongono di uno girante con pale a profilo alare solitamente realizzato in acciaio. Si possono valutare anche delle funzioni monoblocco oppure scegliere dei dispositivi appositamente pensati per i forni di invecchiamento. Per quanto riguarda invece il settore navale si può partire dal classico ventilatore con girante in alluminio fino ad arrivare a soluzioni più indicate per garantire elevate prestazioni.

I ventilatori industriali per il settore alimentare

Le aziende che si occupano della lavorazione di prodotti di genere alimentare devono ovviamente garantire un certo livello di areazione all’interno delle proprie strutture anche per preservare la qualità del cibo. In parole povere i ventilatori industriali in questo caso possono essere realizzati con delle pale classiche in abbinamento al tamburo biforcato oppure con uno girante dalle dimensioni più elevate e solitamente ottenuto utilizzando dei materiali più leggeri per assicurare minor potenza consumata. Ovviamente la scelta ottimale non dipende soltanto dalle prestazioni in termini assoluti ma anche rispetto al consumo energetico e all’ingombro. Differente è il discorso per quanto riguarda il settore energetico dove solitamente i ventilatori industriali vengono realizzati con materiali in alluminio oppure anche con il gigante in polipropilene con una serie di fibre di vetro inserite l’una sull’altra per dare maggior compattezza.

I ventilatori centrifughi: le alternative per i vari ambiti

I ventilatori industriali oltre a poter essere realizzati con tecnica basata sulla struttura assiale possono essere ottenuti in altro modo. In particolare per ottenere un riscontro ottimale quanto riguarda le trasforma è possibile scegliere anche i ventilatori centrifughi industriali che vengono utilizzate in tantissimi partendo da quello metallurgico fino ad arrivare a quello petrolchimico. Anche in questo caso insomma le soluzioni sono le più disparate e si differenziano per l’appunto di funzione dell’ambito di utilizzo. Per quanto riguarda il settore alimentare solitamente si può optare per un ventilatore con pale poine a profilo alare oppure con pale curve ed alcuni componenti di contatto. Per il settore dell’energia invece si può indirizzare l’attenzione verso i ventilatori industriali con cappa aspirante oppure a doppia aspirazione con sistema di strisciamento lubrificati ad olio. Per quanto riguarda le aziende che operano nella realizzazione di prodotti farmaceutici si può scegliere un ventilatore molto simile a quello del genere alimentare quindi con pale piane oppure curve. Se invece si vogliono prendere in considerazione dei prodotti utilizzati per il settore petrolchimico allora è possibile scegliere un ventilatore con una struttura in titanio oppure quello con le pale radiali che permette anche una tenuta raffreddata mediante circuito chiuso.