Affiliazioni, alcuni strumenti SEO utili per spingere il tuo business

Affiliazioni, alcuni strumenti SEO utili per spingere il tuo business

Monetizzare un blog o un sito web è possibile! La maggior parte dei blogger o dei marketer desidera, oltre alla visibilità, di potere guadagnare.

Per raggiungere questo obiettivo e ricavare una soddisfazione economica anche nel lungo termine è necessario ottimizzare il proprio spazio web in ottica SEO utilizzando tutte le tecniche che consentono di dare il massimo con una ricerca organica.

Ovviamente è necessario mettere il giusto impegno e acquisire le competenze delle tecniche SEO (on page, off page), questo vi permetterà di guadagnare discrete somme.

In questo articolo parleremo di:

  1. Cos’è un affiliazione
  2. Affiliazione e SEO: come muoversi
  3. Tipologie di affiliazione
  4. Strumenti SEO: SEmRush
  5. Ahrefs
  6. SeoZoom

Cos’è un’affiliazione?

Secondo il portale https://abcity.it che si occupa appunto di SEO e dintorni un’affiliazione permette di inserire un link particolare all’interno dei propri contenuti.

Gli utenti che cliccheranno su questo link all’interno della tua pagina saranno reindirizzati su un e-commerce in cui è possibile effettuare un acquisto. Se i tuoi lettori decideranno di comprare, tu riceverai una somma di denaro in quanto affiliato.

Per esempio: sul tuo blog hai scritto un articolo sui modelli di occhiali da sole che saranno in voga quest’estate. Ti sei affiliato con una piattaforma online che vende occhiali da sole e hai inserito all’interno del pezzo, sulle nuove tendenze in questo campo, il link diretto a quell’e-commerce.

Riceverai, così, una commissione prestabilita per ogni utente che effettuerà un acquisto di occhiali da sole passando dal tuo blog.

Quindi per guadagnare con le affiliazioni è necessario far arrivare al proprio sito più persone possibile per farle diventare possibili acquirenti. Per avere un ottimo traffico occorre eseguire un buon lavoro sulla SEO dei propri contenuti.

Affiliazione e SEO: come muoversi

Come primo passo occorre selezionare un ambito in cui collocarti con i contenuti che pubblicherai. Per avere un buon seguito e creare dei contenuti di qualità devi conoscere bene la nicchia in cui vuoi inserirti. Inoltre, è necessario selezionare un’area del settore scelto che permetta di guadagnare qualcosa quindi puntando su servizi e/o prodotti concreti.

Dopo questo primo passo, ci si dedica al linguaggio SEO per posizionarsi tra i primi posti della SERP di Google. È necessario trovare le money keyword ovvero quelle parole che oltre a possedere un buon volume di ricerca con un livello di compatibilità non eccessivo, siano monetizzabili con un programma di affiliazione. Per effettuare la suddetta ricerca vi sono dei tool come Semrush, Ahrefs e SeoZoom.

Una volta trovata la money keyword, è utile controllare la concorrenza studiando chi compare sulla SERP. Se le prime posizioni sono occupate da grandi aziende è consigliabile cambiare parola optando per qualcosa più facile almeno per le prime volte in cui non hai ancora una vera e propria community affezionata che ti segue riponendo molta fiducia in te.

Durante la composizione del contenuto è importante inserire tutte le informazioni necessarie agli utenti. Infine si passa all’ottimizzazione SEO specificando i tag e collegando i backlink provenienti da siti autorevoli che trattano lo stesso argomento, e inserendo i link di affiliazione. Nel giro di qualche mese se il pubblico risponderà bene alla tua proposta verranno generate entrate a tuo favore.

Tipologie di affiliazione

La branca che si occupa delle affiliazioni è chiamata “affiliate marketing”. Come detto sopra, chi possiede una pagina web riceve un compenso per i click, per le visite o per gli acquisti. Vi è anche l’opzione del “pay per lead” ovvero quando si riesce a far rilasciare agli utenti i propri dati personali che poi verranno utilizzati per scopi commerciali.

Strumenti SEO: SemRush

SemRush è una raccolta di strumenti utili per l’ottimizzazione SEO. Si utilizza per posizionare un contenuto nelle prime posizioni della SERP dei motori di ricerca. Tra le sue funzioni:

  • Ricerca Keyword. Necessaria per indirizzare le tue pagine su intenti di ricerca ben precisi utilizzando parole chiave che portano alti volumi di traffico.
  • Controllo Keyword. Nel corso delle ore viene monitorato l’andamento delle parole chiave selezionate. Questo è utile per capire le variazioni ed eventualmente intervenire evitando penalizzazioni.
  • Keyword per piano editoriale. Con questa opzione è possibile trovare nuovi argomenti da inserire nel calendario editoriale. Semrush aiuta a scovare gli interessi del target a cui ti rivolgi per coinvolgerlo sempre di più.
  • Ottimizzazione vecchi contenuti. Se hai degli articoli scritti senza non in ottica SEO, vengono suggerite le modifiche da apportare per ottimizzare questi vecchi contenuti.

Ahrefs

Ahrefs è un altro strumento che si occupa dell’analisi SEO e della link Intelligence. Le sue principali funzionalità sono:

  • Analisi dei backlink
  • Keyword research
  • Analisi dei contenuti
  • Analisi dei competitors
  • Seo audit
  • Statistiche social e rating
  • Controllo posizionamento organico

Il software offre un’analisi approfondita: del traffico organico scovando le parole chiave con cui i competitors si posizionano e quali pagine generano un traffico più alto dai motori di ricerca; dei siti dei concorrenti valutando la qualità dei loro backlink; del traffico a pagamento capendo se i competitors stanno investendo in pubblicità e dove inoltrano il traffico.

SeoZoom

SeoZoom rientra tra le suite più evolute e complete utilizzate nel web marketing. Esso consente di:

  • Creare progetti adatti alla propria pagina web
  • Analizzare le keyword dei competitor
  • Monitorare il traffico e migliorare il ranking
  • Spiare le strategie della concorrenza e il posizionamento giornaliero delle parole chiave che ti interessano
  • Intercettare le variazioni dell’algoritmo di Google
  • Analizzare il tuo profilo backlink.

Questo tool supporta il sito web in questione segnalando eventuali errori e fornendo soluzioni per migliorare il rendimento delle keyword. Con la funzione SEO Audit verrà fatta una scansione del sito rivelando quali pagine possono essere ottimizzate per posizionarsi in alto nella SERP dei motori di ricerca.