Che cos’è e come si usa il gel monofasico

Che cos’è e come si usa il gel monofasico

La decorazione per unghie in gel è molto richiesta tra le donne poiché sembreranno perfette per tanto tempo, senza che appaiano scheggiature, graffi e soprattutto antiestetiche striature tipiche della classica applicazione. Lo smalto gel monofasico ad esempio è una salvezza per la ricostruzione delle unghie sottili e fragili, senza contare che una volta applicato sortisce un effetto bellissimo e le mani appaiono sempre ben curate e ordinate. A tale proposito vediamo che cos’è e come si usa lo smalto gel monofasico e quale metodo di applicazione bisogna seguire.

Cosa si intende per gel monofasico?

Lo smalto gel monofasico viene utilizzato principalmente per la ricostruzione delle unghie ed è una combinazione di tre formule in un’unica composizione. Il prodotto infatti comprende la base, il colore e la finitura. Quest’ultima tra l’altro diventa chiara e lucida e non è necessario utilizzare altri prodotti. L’applicazione per la ricostruzione in gel è la più utilizzata da tutte le onicotecniche che preferiscono il miglior gel monofasico https://www.marynailshop.it/132-gel-monofasico quello di Marynailshop. Per fare una manicure con questo prodotto è sufficiente tra l’altro disporre di una lampada a led per il numero di watt necessari per l’asciugatura e altri piccoli quanto funzionali attrezzi.

Come applicare il gel monofasico

Oggi sul mercato tradizionale ed online esistono svariati tipi di gel per unghie, ma quello identificato con l’appellativo di monofasico è uno dei più utilizzati da parte di esperti del settore. Il prodotto infatti consente di ricostruire in un modo a dir poco perfetto le unghie, rapidamente e con risultati molto soddisfacenti. Inoltre il suo utilizzo è costante poiché serve in ogni fase ricostruttiva, e come già accennato in precedenza non è necessario procedere prima con l’applicazione di una base ne tantomeno di un sigillante. Il monofasico li accorpora già, e quindi risulta adatto per qualsiasi tipologia di ricostruzione delle unghie e fornisce effetti naturali e soddisfacenti. Fatta questa lunga quanto doverosa premessa, per entrare nei dettagli su come effettuare una ricostruzione delle unghie utilizzando un gel monofasico, in primis va detto che è necessario disporre di una lampada UV da almeno 36 watt, di un primer, un solvente privo di acetone e una lima. In secondo luogo occorre proprio il gel monofasico e lo smalto della tonalità che si preferisce applicare. Il lavoro inizia preparando una o più unghie da riscostruire, eliminando innanzitutto lo smalto residuo di precedenti applicazioni. Inoltre con un bastoncino opportunamente appiattito (tipo lo stuzzicadenti), bisogna spingere le cuticole verso l’interno delle dita. Fatto ciò si procede con una sgrassatura delle unghie interessate alla ricostruzione in modo da garantire la perfetta adesione del gel monofasico. L’applicazione di quest’ultimo è tuttavia preceduta dall’uso di una lima a cui fa seguito un’ulteriore sgrassatura. Soltanto al termine di questi passaggi si può procedere con un primer, inserendo poi la mano nella calettatura della lampada per un paio di minuti. Trascorso tale lasso di tempo, l’ultimo step prevede l’applicazione del gel monofasico ed un’ulteriore asciugatura sotto la lampada della tipologia UV.

Quali vantaggi offre il gel monofasico?

Rivestire le unghie con il gel monofasico offre molti vantaggi; infatti, fa risparmiare tempo, si applica un solo prodotto anziché tre e si spendono pochi soldi poichè non è necessario acquistare separatamente il colore e la base. Inoltre vale la pena aggiungere che il gel monofasico si stende in uno strato più sottile e non cambia la sua struttura. Se tuttavia vogliamo elencare uno svantaggio possiamo dire che qualche limite lo pone dal punto di vista del design. Infatti, non essendoci uno strato appiccicoso in tale prodotto, la decorazione della superficie può risultare un tantino difficile.