FISIOTERAPIA GERIATRICA: I SEGRETI DI UN BENESSERE A 360 GRADI

FISIOTERAPIA GERIATRICA: I SEGRETI DI UN BENESSERE A 360 GRADI

Cattiva postura, traumi, incidenti, vita sedentaria; i motivi per cui decidiamo di sottoporci a dei trattamenti di fisioterapia sono molteplici, tanti quanti sono i benefici che ne traiamo.
Arriva, però, un momento della vita in cui la fisioterapia diventa non solo una buona scelta per la propria salute, ma anche una irrinunciabile necessità.

Gli anni passano e, com’è naturale che sia, il nostro fisico compie una spontanea parabola dove le sue prestazioni giungono ad una fase di rallentamento; stanchezza, una minore agilità nei movimenti, meno potenza muscolare, ossa più fragili, indebolimento delle giunture sono solo alcuni dei normali segni di invecchiamento e, per quanto possiamo cercare di accettarli con filosofia e consapevolezza, possono certamente crearci qualche disagio non solo a livello fisico ma anche mentale.

La Fisioterapia geriatrica nasce proprio per supportare coloro che hanno raggiunto una fase senile della propria esistenza, perchè tale passaggio venga vissuto in maniera sana e serena.
Prendiamo come esempio Torino 3 Assistenza, una cooperativa il cui scopo principale è contribuire al miglioramento della qualità della vita delle persone – in particolar modo degli anziani, per supportarli in una fase così fragile.
Torino 3 Assistenza è una realtà che, forte di una esperienza pluriennale nel mondo della tutela della salute, mostra contezza nella comprensione dell’assoluta importanza di trattamenti fisioterapici sugli anziani, non solo come risposta riabilitativa ad un qualsiasi trauma fisico diretto (es. in caso di lussazione) ma anche e soprattutto in forma preventiva, per accompagnare i pazienti in un percorso di costante lavoro, sane abitudini e benessere psicologico in un momento della vita dove l’attenzione e la delicatezza non sono mai troppe.
A conferma del fatto che in fisioterapia geriatrica l’aspetto psicologico accompagna in maniera proporzionale quello fisico, Torino 3 Assistenza raggiunge ad esempio i propri pazienti direttamente a casa loro, in un contesto a loro familiare che li mette a proprio agio – rendendoli così più concilianti ed aperti al trattamento – individuando inoltre azioni correttive di elementi del loro ambiente per aiutarli a viverlo in maniera più sana ed efficace.

Ma quali sono, nello specifico, i benefici di una fisioterapia geriatrica?

La Fisioterapia è un settore della medicina che agisce su disfunzioni funzionali del nostro corpo; in altre parole, ci rivolgiamo ad un fisioterapista quando non ci sentiamo più adeguatamente liberi nei nostri movimenti, quando un mal di schiena ci blocca a letto, quando una lesione al braccio non ci permette di lavorare come dovremmo e, dunque, quando qualsiasi trauma fisico ci crea sia difficoltà motorie ed inconvenienti di natura fisica che disagio psicologico.

Ciò diventa particolarmente rilevante e essenziale per gli anziani: la fisioterapia geriatrica assume un ruolo fondamentale nel miglioramento della qualità della vita di persone che giornalmente si trovano ad affrontare una graduale riduzione delle loro capacità motorie.
Il primo aspetto positivo è proprio questo: l’indiscutibile contributo diretto alla funzionalità del fisico dei pazienti.
Il ventaglio di terapie sfruttabili sono tantissime: che si tratti di scelte più classiche e sempre efficaci quali terapia manuale, terapia posturale o massoterapia, o che invece si opti per azioni più specifiche e mirate come rieducazione respiratoria, rieducazione neuromotoria e bendaggio funzionale, lo scopo è quello di aiutare il paziente alla riabilitazione e dunque al recupero delle normali funzioni fisiche.
Movimenti corretti e privi di dolore, il raggiungimento di giusti livelli della propria mobilità, un lavoro sul corretto fluire dei nostri liquidi organici sono tutti obiettivi primari della fisioterapia geriatrica, che mira a rendere meno traumatico l’impatto del passaggio del nostro fisico in una fase più matura del proprio sviluppo.

Gli stessi trattamenti hanno ovviamente efficacia non solo per la riabilitazione funzionale del paziente ma, in maniera parallela, anche per donare sollievo in risposta a determinati dolori fisici.
L’avanzare dell’età ci porta potenzialmente a dover combattere con sempre più numerosi e fastidiosi dolori cronici a livello articolare, muscolare, osseo; un’adeguata fisioterapia geriatrica aiuta a contrastarli grazie al supporto di un professionista che ci accompagna in un mondo così complesso e delicato come quello del nostro corpo, soprattutto al sopraggiungere della terza età che richiede sicuramente ancora più cura nella ricerca di un supporto attento e competente.

Quali sono i benefici sul fronte psicologico?


La fisioterapia geriatrica aiuta l’anziano a non precludersi attività ed azioni che appartengono alla propria quotidianità le quali, se rese gradualmente difficoltose dall’avanzare dell’età, potrebbero portarlo a sconforto e senso di inadeguatezza.
Vivere degli impedimenti nelle proprie capacità motorie e trovarsi a dover dipendere di più dalle altre persone può condurre gli anziani a dei disagi non indifferenti; la fisioterapia geriatrica vuole invece contribuire all’autonomia del paziente, per fare in modo di ridurre l’impatto sulla sua vita delle fisiologiche complicazioni legate all’invecchiamento.
L’anziano che, col contributo della fisioterapia geriatrica, riesce a compiere azioni quotidiane in maniera più autonoma e con meno fatica, recupera di pari passo anche serenità e sicurezza, migliorando quindi il suo stato di salute generale (sia fisico che mentale).

Un aspetto positivo da non tralasciare, inoltre, è quello relazionale.
Il fisioterapista agisce sul fisico del paziente ma funge anche da supporto mentale.
L’evoluzione della vita in fase senile conduce spesso e purtroppo gli anziani verso potenziali situazioni di solitudine.
La fisioterapia geriatrica aiuta i pazienti a stabilire delle importanti connessioni umane che forniscono un fondamentale contributo non solo all’umore dell’anziano ma anche al mantenimento delle sue capacità relazionali con l’esterno.
Nella terza età i contatti umani sono ancora più essenziali per la qualità della vita ed il fisioterapista è consapevole dell’importanza del suo ruolo in tal senso.

Concludiamo, infine, con un effetto circolare che influisce sull’ambiente, creando giovamento in maniera più ampia ed indiretta sia sul paziente stesso che su chi lo circonda.
Nel caso che un anziano goda della presenza di un nucleo familiare intorno a sè, l’effetto di una corretta fisioterapia geriatrica fa in modo che i suoi miglioramenti sia a livello fisico che umorale influenzino positivamente il suo ambiente familiare; in altre parole, vedere il proprio nonno, padre o marito star meglio, migliora anche l’umore di chi lo circonda, contribuendo alla creazione di un contesto più positivo, ottimista e, dunque, terapeutico a sua volta.
Un circolo virtuoso che, indirettamente, agisce ulteriormente sulla disposizione d’animo e sulla serenità del paziente.

La fisioterapia geriatrica è dunque un universo dalle svariate sfaccettature che mira a contribuire al benessere generale del paziente, facendo in modo di non tralasciare alcun dettaglio in un momento tanto fragile della vita come quello della terza età.
Donare un contributo che mischi in maniera sapiente il supporto fisico a quello psicologico e relazionale è l’obiettivo fondamentale di chi lavora in questo ambito, per divenire parte attiva in un processo che guarda alla serenità come scopo primario.