Il Fantacalcio ai tempi del Coronavirus

Il Fantacalcio ai tempi del Coronavirus

Il Coronavirus ha sconvolto la nostra routine di sempre. Tutti gli sport sono fermi in attesa di una data per riprendere ad allenarsi e a giocare: il rugby ha scelto una linea più dura chiudendo in anticipo la stagione, le Olimpiadi, i grandi Slam di tennis sono stati spostati mentre il calcio coltiva ancora la speranza di ripartire nonostante abbia rinviato gli Europei di un anno. Di conseguenza, anche il fantacalcio ha abbassato le serrande come un negozio presente in una zona rossa. I fantallenatori hanno messo da parte la loro voglia di schierare la formazione e hanno aperto il cuore con delle donazioni spontanee per aiutare le terapie intensive di tutti gli ospedali italiani. C’è chi ha dato l’intera quota oppure una piccola parte ma quel che conta è il nobilissimo gesto.

Lo stop forzato del campionato ha messo in difficoltà i presidenti delle leghe fantacalcio i quali non sanno come muoversi. Pensare sul dà farsi può sembrare inopportuno visto il momento difficile in cui versa la nazione però vogliamo comunque gettare un salvagente in loro soccorso. Tenderemo una mano agli admin spiegando le soluzioni da adottare e da comunicare ai partecipanti che potranno essere concordi o meno. Un primo consiglio è quello di non essere dittatoriali: non agite senza consultare gli altri perché si rischia di buttare solo benzina sul fuoco. Usate la testa e prendete decisioni in maniera democratica.

Il Fantacalcio ai tempi del Coronavirus: i consigli utili

Noi tutti vorremmo che la Serie A riprendesse nel giro di qualche settimana ma bisogna anche guardare in faccia la realtà: la pandemia Coronavirus è ancora un nemico da sconfiggere. I contagi stanno lentamente scendendo, ciò rappresenta una piccola speranza che può diventare grande se non abbasseremo la guardia. Ora più che mai, l’obiettivo numero uno è quello di restare a casa: si tratta di uno sforzo immane ma è l’unico modo per poi tornare alla normalità.

In casa si possono fare tante cose come leggere un libro, giocare con una consolle di videogiochi, vedere una serie tv oppure svolgere attività fisica. Gli irriducibili del fantacalcio passano il tempo pensando su come concludere la lega fantacalcio: aspettare? Annullare tutto? E se annullo, devo distribuire o no i premi ai vincitori? Siamo qui per questo, per sciogliere ogni vostro dubbio in merito. Partiamo con una premessa: non è semplice adottare la soluzione giusta perché mettere d’accordo tante teste è una bella impresa. Cercate di non fare le cose di fretta: ragionate con calma e tutti i nodi verranno al pettine.

Annullamento della lega: come comportarsi

Siete stanchi di attendere la ripresa del campionato? L’annullamento della lega diventa l’opzione migliore. Se avete intrapreso questa via, preparatevi perché adesso troverete un bivio:

  • Terminare senza l’assegnazione del titolo
  • Chiudere la lega riprendendo l’ultima classifica valida e distribuire i premi

Nel primo caso, il presidente della Lega è obbligato a restituire le quote a tutti i partecipanti e darsi l’appuntamento ad agosto quando inizierà la stagione 2020/2021 di Serie A. Nel secondo, invece, bisognerà riprendere la classifica della 25° giornata oppure della 26°, se quest’ultima l’avete regolarmente disputata. In tal caso, si passerà alla distribuzione dei premi: i primi 3, i primi 2 oppure solamente il primo classificato. Se c’è un arrivo a pari punti, ricordiamo che si prende la miglior differenza reti: se è pari anche questa, si passa ai gol fatti e al numero delle vittorie. ATTENZIONE: non bisogna pagare l’intera quota ma solo il 50%. Il montepremi sarà dimezzato ma trattasi di una soluzione onesta in un momento dove il fantacalcio deve passare in secondo piano.

Aspettare la ripresa del campionato: come comportarsi

In questo caso, bisognerà vedere come la Lega Serie A ridisegnerà il calendario e se verranno regolarmente disputate tutte le 38 gare. Volete creare una nuova finestra di mercato? Siete liberi di farlo organizzando una nuova asta di riparazione, oltre a dare inizio agli scambi. Appena verrà fissata la data della ripresa, riprenderanno le pubblicazioni delle probabili formazioni che verranno visionate in maniera scrupolosa per poi schierare la miglior formazione. Il nostro auspicio è che questa piacevole routine torni il più presto possibile.