Perché l’aria condizionata dell’auto non funziona più

Perché l’aria condizionata dell’auto non funziona più

L’aria condizionata non produce più freddo o nella vostra auto? Vediamo insieme a cosa è dovuto il malfunzionamento e cosa possiamo fare per risolvere la situazione .

I problemi possono essere molteplici:

Il tuo condizionatore impiega molto tempo a raffreddarsi? La tua aria condizionata è inizialmente fredda e si esaurisce rapidamente per inviarti umidità? L’aria condizionata non si raffredda più.

È quindi possibile che il carico di gas sia troppo ridotto, ma questo è tutt’altro che l’unica causa dei problemi associati al condizionamento che non produce più freddo . È quindi necessario averlo verificato ( in caso di perdita del circuito ), quindi effettuare una ricarica del gas del condizionatore dal vostro meccanico di fiducia, osto circa 70 euro (non farlo da solo, è rischioso per te, il tuo circuito di climatizzazione e l’ambiente). La misurazione deve quindi essere eseguita sui circuiti di bassa e alta pressione.

Ma le cause possono quindi essere abbastanza diverse, vediamo ora …

L’uso dell’aria condizionata durante tutto l’anno consumerà un po ‘più di carburante, ma preserverà meglio il sistema nel tempo. Inoltre, per garantirne la durata nel tempo, si consiglia un controllo del carico ogni 4 anni (per verificare che non vi siano carenze e quindi potenzialmente una pompa che soffre un po ‘di più).

Ciò non impedisce tuttavia al sistema di climatizzazione di funzionare per più di 10 anni, nessuna manutenzione (in genere su auto tedesche costruite con più rigore, senza voler cadere in cliché. Questa è solo un’osservazione fattuale) … La frequenza la ricarica sarà quindi direttamente collegata alla qualità di produzione della tua auto, molto più alta sui modelli di fascia alta.

Se il compressore del climatizzatore perde, avrà un costo di circa 300 – 400 euro (molto meno a volte, contano da 60 a 100 euro) … Non confondere con il condensatore che costa più da 100 a 150 euro e che viene utilizzato per raffreddare il gas che è stato appena compresso.

Altri problemi tipici

Il circuito di condizionamento dell’aria è costituito da un sacco di elementi , che possono quindi essere il maggior numero possibile di guasti. Ecco gli elementi che possono far fallire il tuo impianto di climatizzazione:

Perdita di gas nel circuito a livello di un tubo, il gas fuoriesce e la pressione si perde nel circuito … Più pressione = più espansione possibile

Compressore HS: poiché la perdita non sarà più in grado di comprimere il gas

Puleggia del compressore: se la puleggia è HS, il compressore non ruoterà più .

Puleggia frizione: se la frizione della puleggia del compressore è HS, non c’è più movimento e quindi non c’è più aria condizionata

Condensatore HS: essa non consente più la liquefazione (condensazione) del gas pressurizzato (e riscaldata) dal suo raffreddamento.

Disidratatore che non funziona più: non filtra più impurità e acqua nel circuito che provoca il degrado di altri elementi come il compressore o la valvola di espansione

Regolatore HS: qui non c’è nessun problema di pressurizzazione ma una preoccupazione di decompressione

Sovrapressioni nel circuito : se un sensore rileva una grande pressione nel circuito, l’aria condizionata verrà tagliata per sicurezza

Sensore difettoso: se un sensore non funziona più e quindi fornisce informazioni false al computer, il gruppo potrebbe quindi arrestarsi. Idem se il sensore di temperatura nell’abitacolo non funziona più: il climatizzatore automatico non sarà più in grado di modulare la ventilazione poiché non sa cosa sta succedendo in auto in termini di temperatura (quindi non sa più cosa o farà qualsiasi cosa se il sensore invia informazioni errate, come una sopravvalutazione della temperatura nell’auto)

Il pressostato controlla tutto in base alle pressioni che misura, in caso di malfunzionamento può causare il malfunzionamento del circuito

Una ventola del radiatore non funzionante (condensatore) causerà il surriscaldamento del computer e interromperà il compressore

Un termostato HS sull’evaporatore può impedire il funzionamento dell’aria condizionata.