Un pensionato con cessione del quinto in corso può richiedere un altro finanziamento?

Un pensionato con cessione del quinto in corso può richiedere un altro finanziamento?

Succede con una certa frequenza di avere la necessità di fare richiesta di un finanziamento. Si tratta di una soluzione finanziaria che permette di migliorare la propria situazione economica, disponendo in poco tempo e in modo abbastanza semplice e comodo di una certa dose di liquidità. Questa liquidità che si riceve in prestito può essere utilizzata per diverse ragioni e per motivazioni che sono spesso anche molto diverse tra di loro.

La liquidità di denaro che si ottiene in prestito potrà essere utilizzata ad esempio per aiutare un figlio oppure un familiare. Tra le principali soluzioni di prestiti che oggi si possono richiedere, quelle con rimborso con cessione del quinto sono certamente le più gettonate. Oggi i prestiti sono richiesti da categorie di persone anche di età molto diverse tra di loro, tra cui ad esempio i pensionati.

Cessione del quinto per soggetti pensionati

La cessione del quinto è una tipologia di finanziamento oggi molto apprezzata. È una soluzione finanziaria che permette di ottenere una certa liquidità in modo non finalizzato, ovvero senza specificare il motivo della richiesta. È un finanziamento a cui possono accedere tutti i lavoratori dipendenti statali, pubblici o privati, così come anche i pensionati. Non sono dei finanziamenti ai quali invece possono accedere i lavoratori autonomi e i liberi professionisti.

Nella cessione del quinto, avviene una trattenuta della rata mensile prevista per il rimborso del prestito direttamente sul salario del soggetto richiedente. Questo importo non deve andare oltre un quinto, vale a dire il 20% del salario percepito mensilmente dal soggetto che lo richiede. Oggi anche i pensionati possono accedere a questi tipi di finanziamenti, se però non hanno un’età superiore ai 75 anni. Questo limite può differire spesso anche da una soluzione all’altra, anche se spesso quello di 75 anni rappresenta un limite uguale per la maggior parte delle soluzioni. In questa guida puoi trovare un prestito per pensionati che può fare esattamente al caso tuo!

I pensionati con cessione del quinto in corso possono richiedere altri prestiti?

I soggetti che percepiscono una pensione e che hanno un prestito con cessione del quinto in corso possono richiedere anche un altro tipo di prestito. Si tratta di un tipo di finanziamento che si aggiunge alla cessione del quinto precedente con un rimborso che può arrivare al massimo fino a due quinti, ovvero al 40%, del salario (in questo caso della pensione).

Grazie questi prestiti, si può ottenere quindi una dose di liquidità maggiore da rimborsare sempre entro un certo periodo di tempo. Sono dei finanziamenti che non sono previsti per l’erogazione di importi che sono troppo elevati. Di solito, sono dei finanziamenti richiesti solo da parte di chi ha bisogno di liquidità aggiuntiva da aggiungere alla classica cessione del quinto che hanno già richiesto.

Quali documenti bisogna presentare?

Nel momento in cui un soggetto pensionato desidera richiedere un prestito attraverso la delega, ovvero il cosiddetto doppio quinto, ha bisogno di presentare una documentazione che riguarda soprattutto i requisiti considerati indispensabili da possedere per la richiesta del finanziamento. Il pensionato che desidera richiedere questo finanziamento spesso è chiamato a dimostrare un’ipoteca su un bene immobile di particolare valore. In alternativa, può anche presentare altre tipologie di garanzie in base alle richieste effettuate dalla singola banca o dal singolo istituto di credito. Puoi leggere un approfondimento sulle ipoteche su beni immobili di valore in questo portale dedicato.

Il pensionato richiedente deve dimostrare anche un certificato che attesti il fatto di percepire una pensione. Infine, deve presentare anche un documento d’identità in corso di validità e una copia del proprio codice fiscale o della propria tessera sanitaria. Nei prestiti non finalizzati non occorre giustificare il motivo per cui si richiede il prestito. Per questo motivo non vengono richieste delle documentazioni aggiuntive che riguardano la giustificazione del motivo della nostra richiesta di liquidità.