Come applicare gli smalti permanenti

Come applicare gli smalti permanenti

Per avere una manicure sempre perfetta è giusto prendere in considerazione alcuni trattamenti, come ad esempio gli smalti semipermanenti, che hanno una durata media, di circa due o tre settimane. Invece, c’è anche io non ho tempo di passare da un estetista, e quindi potrebbe applicare in modo autonomo lo smalto semipermanente, comodamente nella propria abitazione.

Tutto questo non è assolutamente impossibile, in quanto l’applicazione richiede alcuni passaggi basilari, che comunque sono facili da prendere e da eseguire. Ovviamente, è giusto dire che sarebbe meglio attuare qualsiasi trattamento nelle mani di una persona esperta, ma nel caso in cui questo non è possibile allora è giusto imparare delle tecniche adatte per avere l’unghia sempre intatta e priva di danni.

Per applicare lo smalto semipermanente in casa servono alcuni prodotti di base, i quali devono essere sempre a portata di mano. Nel caso in cui ci si annoia di acquistare un oggetto alla volta, allora è giusto acquistare un intero set, che racchiude tutto ciò di cui sia bisogno. Tali prodotti sono: un bastoncino in legno che funga da spingi utile, una lima, un buffer a quattro facce, una lampada a LED oppure una lampada a UV, che abbia una doppia tecnologia, un cleaner per pulire l’unghia, dei dischetti in cotone che servono sempre, un Primer per preparare il tutto, una base o un top coat.

Ovviamente non può assolutamente mancare un’intera borsetta con gli smalti semipermanenti dei propri colori preferiti. Per diventare un avere propria professionista bisogna però conoscere degli step da seguire.

Come mettere gli smalti semipermanenti

Per mettere lo smalto semipermanente, è importante evitare di farsi prendere dall’ansia, quindi è necessario attuare ed effettuare una semplice manicure. Dunque, è necessario ammorbidire le cuticola, spingere verso l’altro e poi eliminarle piano piano con un utensile adeguato.

Dopodiché bisogna pulire tutta l’unghia con il buffer a mattoncino, in modo da prepararla come si deve. L’unghia deve essere poi limata fino ad arrivare alla lunghezza desiderata. Bisogna sgrassare per bene l’intera base, in bevendo un pezzo di cotone, oppure utilizzare degli appositi pad che sono di solito già pronti per l’utilizzo.

Prima di applicare qualsiasi altro prodotto è giusto passare un po’ di Primer, che deve poi essere lasciato asciugare in aria e non nella lampada UV. Dopo aver attuato una manicure semplice bisogna poi passare al semipermanente. In questo caso bisogna seguire bene tutti i passaggi, senza saltarne neanche uno, anche perché ciò potrebbe compromettere la durata del colore.

In primo luogo è giusto applicare uno strato leggero di base, evitando di oltrepassare la parte delle cuticola. Dopo questo piccolo passaggio bisogna asciugare il tutto nella lampada per circa 60 secondi, passato il minuto bisognerà applicare il primo strato di smalto semipermanente, sempre facendo attenzione alle cuticola e togliendo gli eccessi nel caso in cui si sbagli. Anche in questo caso bisogna poi polimerizzare il tutto nella lampada per un altro minuto, ripetendo poi l’operazione per qualsiasi unghia.

Infine, dopo aver passato lo smalto per tutte domani, allora bisogna applicare il topo rotto, utilizzando però lo stesso principio. Una volta asciugato il tutto nella lampada, sempre attendendo un minuto, bisognerà poi sgrassare tutte le unghie con un pad oppure con il cleaner. Se le proprie unghie e le cuticola risultano essere troppo secche, allora è giusto passare un po’ di olio per le cuticola.